La nascita delle auto a motore elettrico

Leggi l'articolo

una tipologia di auto molto richiesta oggi

Presentate più di 100 anni fa, le auto elettriche stanno vedendo un aumento di popolarità oggi per molte delle stesse ragioni per cui furono popolari alla loro nascita.

Che si tratti di un motore ibrido o completamente elettrico, la domanda di veicoli a propulsione elettrica continuerà ad aumentare man mano che i prezzi scendono per la necessità dei consumatori di cercare soluzione che da un lato sia più ecologiche e dall'altro li facciano risparmiare in termini di spesa. Attualmente oltre il 3% delle vendite di nuovi veicoli, è rappresentato dai veicoli elettrici e questa tendenza potrebbe crescere fino a quasi il 7% in tutto il mondo entro il 2020, secondo gli studiosi.

 

È difficile collocare l'invenzione dell'auto elettrica facendola risalire ad un singolo inventore o paese. Fu invece una serie di innovazioni - dalla batteria al motore elettrico - nel 1800 che portarono al primo veicolo elettrico sulla strada.

Nella prima parte del secolo, gli innovatori in Ungheria, Paesi Bassi e Stati Uniti - tra cui un fabbro del Vermont - iniziarono a giocare con il concetto di un veicolo alimentato a batteria e crearono alcune delle prime auto elettriche su piccola scala. E mentre Robert Anderson, un inventore britannico, sviluppò la prima carrozza elettrica grezza nello stesso periodo, bisognerà attendere fino alla seconda metà del XIX secolo quando gli inventori francesi e inglesi costruirono alcune delle prime rudimentali auto elettriche .

Negli Stati Uniti, la prima auto elettrica di successo fece il suo debutto intorno al 1890 grazie a William Morrison, un chimico . Il suo veicolo a sei passeggeri capace di una velocità massima di 122 chilometri all'ora era poco più di un carro elettrificato, ma contribuì a suscitare l'interesse per i veicoli elettrici.

Nel corso degli anni successivi, i veicoli elettrici di diverse case automobilistiche iniziarono a spuntare negli Stati Uniti a New York City dove vi fu persino una flotta di oltre 60 taxi elettrici. Nel 1900, le auto elettriche erano al loro apice, rappresentando circa un terzo di tutti i veicoli sulla strada. Durante i successivi 10 anni, hanno continuato a mostrare forti vendite.

 

Per comprendere la popolarità dei veicoli elettrici intorno al 1900, è anche importante comprendere lo sviluppo del veicoli in genere. A cavallo del XX secolo, il cavallo era ancora il principale mezzo di trasporto. Ma man mano che il benessere cresceva, le persone iniziarono a dirigersi verso il veicolo a motore appena inventato - disponibile nelle versioni a vapore, benzina o elettrica - per spostarsi.

Il vapore era una fonte di energia provata, avendo dimostrato di essere affidabile per alimentare fabbriche e treni. Alcuni dei primi veicoli semoventi alla fine del 1700 si basavano sul vapore; eppure ci volle fino al 1870 perché la tecnologia prendesse piede nelle auto. Parte di questo è perché il vapore non era molto pratico per gli autoveicoli. I veicoli a vapore richiedevano lunghi tempi di avviamento - a volte fino a 45 minuti al freddo - e avrebbero dovuto essere riempiti di acqua, limitandone l'autonomia.

Insieme ai veicoli elettrici, anche un nuovo tipo di veicolo, l'auto a benzina, grazie ai miglioramenti del motore a combustione interna nel 1800, prese piede. Tuttavia le auto a benzina, non erano prive di difetti. Richiedevano un grande sforzo manuale per guidare: cambiare marcia non era un compito facile e avevano bisogno di essere avviate con una manovella, rendendo difficili per alcuni il loro utilizzo. Erano anche rumorosi e il loro scarico era sgradevole.

Le auto elettriche non presentavano nessuno dei problemi associati al vapore o alla benzina. Erano silenziose, facili da guidare e non emettevano sostanze inquinanti maleodoranti come le altre macchine dell'epoca. Ad esempio, le auto elettriche sono diventate rapidamente popolari tra i residenti urbani, in particolare le donne. Erano perfette per brevi viaggi in città. Man mano che più persone ottennero l'accesso all'elettricità nel primo decennio del XX secolo, divenne più facile caricare le auto elettriche, aumentando la loro popolarità in tutti i ceti sociali.

All'epoca molti innovatori hanno preso atto dell'alta richiesta del veicolo elettrico, esplorando i modi per migliorare la tecnologia. Ad esempio, Ferdinand Porsche, fondatore dell'omonima società di auto sportive, sviluppò un'auto elettrica chiamata P1 nel 1898. Lo stesso Thomas Edison, uno degli inventori più prolifici del mondo, pensava che i veicoli elettrici fossero la tecnologia superiore e lavorò per costruire una migliore batteria per veicoli elettrici. Perfino Henry Ford, che era amico di Edison, collaborò con Edison per esplorare le opzioni per un'auto elettrica a basso costo nel 1914. 

Tuttavia, fu il modello T prodotto in serie da Henry Ford a fornire un duro colpo all'auto elettrica. Presentato nel 1908, il Modello T rese le auto a benzina ampiamente disponibili e convenienti. Nel 1912, l'auto a benzina costava solo $ 650, mentre una elettrica si vendeva per $ 1.750. Nello stesso anno, Charles Kettering introdusseil motorino di avviamento elettrico, eliminando la necessità della manovella e dando luogo a maggiori vendite di veicoli a benzina.

Ecco quindi il perchè l'auto elettrica, nata come qualcosa di veramente unico e speciale, venne accantonato fino ad oggi.

 

 

Ti è piaciuto l'articolo?

Condividilo subito sui tuoi social preferiti!!

Il futuro delle 2 ruote: le moto elettriche

in grande espansione, un mercato tutto da scoprire

Fino a qualche anno fa le motociclette elettriche sembravano un'idea di fantascienza, ma oggi sono un vero prodotto dell'industria automobilistica. Ci sono voluti decenni per abbracciare questo progresso.

Vai all'Articolo

Differenza tra ibrido e elettrico

le loro caratteristiche, i pro e i contro

S

Vai all'Articolo

Gli eventi nel mondo dedicati ai motori

i pi¨ importanti show riguardanti auto e moto

In tutto il mondo, si celebrano ogni anno degli eventi dedicati al mondo delle 2 e 4 ruote; presentazioni di nuovi modelli, celebrazione di anniversari di case automobilistiche o motociclistiche, ultimi ritrovati della tecnologia applicata al mondo dei motori.

Vai all'Articolo

Differenza tra motore a benzina e motore diesel

molto simili, convertono il combustibile in energia

In teoria, i motori diesel e quelli a benzina sono abbastanza simili. Sono entrambi motori a combustione interna progettati per convertire l'energia chimica disponibile nel combustibile in energia meccanica.

Vai all'Articolo

La nascita del motore a combustione interna

il primo motore che rivoluzion˛ la storia

L

Vai all'Articolo

Le auto a motore elettrico oggi

una rinascita, spinta da numerose necessitÓ

S

Vai all'Articolo

Vuoi contattarci?

Per chiarimenti, per ricevere ulteriori informazioni o richieste, o per comparire nelle pagine del nostro sito non esitare a contattarci.

Video

I nostri Portali

SITI.IT

I migliori siti per categoria

PIAZZE.IT

Il Portale dei Comuni Italiani

FOOD.IT

L'eccellenza a tavola

NAVIGARE FACILE .IT

Risorse e Portali Web